ALCAMO E CAMPOBELLO: INSOFFERENTI AI DOMICILIARI SI AGGRAVA LA PENA VANNO IN CARCERE

ALCAMO E CAMPOBELLO: INSOFFERENTI AI DOMICILIARI SI  AGGRAVA LA PENA VANNO IN CARCERE

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara hanno tratto in
arresto, in ottemperanza ad un ordinanza di aggravamento della custodia cautelare in
carcere emessa dal Tribunale di Roma: QOMIHA Mounir nato in Libia nel 2001, residente
a Campobello di Mazara, pregiudicato per reati di competenza ordinaria, in atto sottoposto
alla misura cautelare degli arresti domiciliari; citato provvedimento scaturisce dalle
documentate condotte illecite certificate dai militari della Stazione di Campobello di
Mazara, come l’arresto per evasione dello scorso 13 giugno quando l’uomo è stato
sorpreso per le vie del centro urbano ed arrestato.
Stessa sorte è toccata a Di Dia Paolo classe 90, in atto sottoposto agli arresti domiciliari
con braccialetto elettronico, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Alcamo in
esecuzione di un ordinanza di aggravamento emessa dal Tribunale di Trapani a seguito
delle reiterate violazioni alle prescrizioni imposte, accertate dal Reparto operante, come
l’ultima evasione cui è seguita una denuncia a piede libero il giorno 11 giugno scorso.
Al termine delle formalità di rito, entrambi sono stati ristretti presso la casa circondariale
"Pietro Cerulli” di Trapani.

Trapani, 19 giugno 2021

Related posts