“LA CAPITANERIA DI PORTO DI MAZARA DEL VALLO SEQUESTRA UN TERRENO SUL QUALE ERA IN ATTO UNO SVERSAMENTO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI SENZA

“LA CAPITANERIA DI PORTO DI MAZARA DEL VALLO SEQUESTRA UN TERRENO SUL QUALE ERA IN ATTO UNO SVERSAMENTO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI SENZA

Mercoledì 23 ottobre 2019 personale militare della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo ha effettuato , all’interno di un’attività produttiva che commercializza olio, il sequestro di un terreno utilizzato per lo sversamento di liquidi provenienti dal ciclo di lavorazione.
Il reato contestato è quello di scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione, nonché quello di gestione di rifiuti non autorizzata.
Nello specifico, i militari hanno accertato che era stato posto in essere,
mediante una condotta in PVC risultata abusiva, un illecito collegamento
tra l’impianto di destinazione delle acque di lavaggio ed un terreno limitrofo.
Tale terreno si presentava di natura del tutto fangosa e denso di liquido
verdastro maleodorante.
La condotta illecita così perpetrata potrebbe aver causato una
conseguenza dannosa per l’ambiente, stante il mancato rispetto da parte
dei titolari dell’azienda della normativa di settore.
La Capitaneria di porto di Mazara del Vallo, nel raccomandare il rispetto
delle disposizioni del c.d. “Testo Unico Ambientale”, proseguirà la propria
attività di controllo volta a prevenire danni all’ambiente e a reprimere
eventuali condotte illecite.

comunicato stampa
Mazara del Vallo, 25/10/2019

Related posts

85 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *