MAREVIVO ORGANIZZA A MESSINA UNA TASK FORCE DI ESPERTI E VOLONTARI PER LA TUTELA DEL MARE

MAREVIVO ORGANIZZA A MESSINA UNA TASK FORCE DI ESPERTI E  VOLONTARI PER LA TUTELA DEL MARE

Messina, 13 giugno 2023 – Continua in tutta la Sicilia l’attività promossa dall’associazione
ambientalista Marevivo per formare ed organizzare squadre di esperti e volontari per intervenire
in attività ed iniziative di educazione, sensibilizzazione e tutela ambientale.
Al bando lanciato da Marevivo per il coinvolgimento della provincia di Messina hanno risposto
in quaranta: giovani biologi, universitari, operatori subacquei, insegnanti e anche pescatori, che
iscritti, si sono ritrovati insieme a seguire il percorso che l’associazione ha programmato per
formare una squadra pronta ad intervenire sul territorio messinese, abilitata a rispondere alla
domanda di tante scuole che chiedono di essere supportate nell’erogazione dei moduli di
educazione civica ed ambientale e nella conoscenza del patrimonio naturalistico locale, ma anche
per dare risposta alle richieste da tanti cittadini che vogliono impegnarsi in azioni di
riqualificazione di spiagge e mare, promuovendo nuove iniziative ecologiche.
“E’ essenziale formare e poter disporre di gruppi d’intervento di educatori preparati per
promuovere la visione di un mondo che cambia e che vuol dare centralità alla tutela
dell’ambiente – dichiara Fabio Galluzzo delegato regionale di Marevivo Onlus – avere dei
nuclei operativi in grado d’intervenire a livello territoriale, consente di diffondere in modo più
capillare l’informazione scientifica finalizzata all’analisi delle attuali emergenze ambientali e
permette d’accrescere il processo d’induzione a comportamenti più corretti e concreti.
L’obiettivo è intervenire anche per sostenere e capitalizzare il desiderio di partecipazione civica
espresso sempre più spesso da tanti cittadini, pronti a impegnarsi direttamente per difendere i
luoghi ai quali sono legati e che versano in condizioni di degrado.”
Il programma, dopo lo sviluppo del modulo di team building utile a favorire utile la conoscenza
e l’acclimatazione dei partecipanti, ha impegnato i formatori di Marevivo nello spiegare le
competenze che deve possedere l’educatore ambientale relativamente alle scienze e
all’ambiente, la fauna e la vegetazione, la biodiversità del Mediterraneo, le cause
dell’inquinamento, le strategieda impiegare per sensibilizzare ed educare all’ambiente i giovani e
gli adulti, l’organizzazione e la logistica a supporto delle attività, i contenuti della didattica
ludica essenziale per ottenere il più ampio coinvolgimento dei partecipanti.
E poi tante simulazioni di ruolo e attività pratiche per mettersi in gioco e sperimentare quanto è
stato appreso, per giungere ad applicare le metodologie educative e attive illustrate dai formatori,
le strategiedella didattica ludica e tutto quanto è importante per mettere a frutto capacità e
attitudini personali e creare e mantenere gruppi di lavoro efficaci ed operativi.
Iscritte al corso anche le già note rappresentanti dell’associazione Pescatori Feluche dello
Stretto, le sorelle Antonella e Giusi Donato che hanno deciso di frequentare il corso per
accrescere il loro baglio di conosce d’educazione ambientale e per strutturare nuove reti e
alleanze, che le aiutino a diffondere i temi relativi all’importanza della pesca sostenibile e al
valore culturale che riveste la pesca artigianale.
A coordinare il gruppo di corsisti la prof.ssa Tiziana Cappello dell’Università di Messina, già
delegata Marevivo dell’unità territoriale della provincia di Messina. “Il corso è un’occasione
molto importante per coinvolgere gli studenti universitari e non solo, offrendo loro l’opportunità
di sperimentare sul campo la preparazione acquisita con gli studi, sostenendo la diffusione delle

Associazione Ambientalista riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente con D.M. del 20 febbraio 1987 art. 13 legge 349/198

conoscenze scientifiche, il valore dell’educazione ambientale come strumento per promuovere
la salvaguardia ambientale e giungere anche a promuovere l’immenso patrimonio naturale di
questo territorio.”
Il gruppo sarà immediatamente coinvolto nelle campagne e nei progetti che Marevivo si appresta
a realizzare prossimamente a Messina e in altre località del messinese e punta alla strutturazione
di un Centro di Educazione Ambientale in grado di assicurare un luogo di crescita civica a
disposizione delle scuole e della comunità.

Related posts