Orgoglio Siciliano a Verzegnis Podio tutto isolano nel secondo round Campionato Italiano Velocità Montagna, con Cubeda sul gradino più alto col successo di gara 1, Conticelli al suo fianco ha prevalso in gara 2, entrambi sulle Osella. Ottimo terzo Caruso su Norma. Ottimi Fazzino, Vincenzo Conticelli, Bonforte, Samuele e Giovanni Cassibba.

Orgoglio Siciliano a Verzegnis Podio tutto isolano nel secondo round Campionato Italiano Velocità Montagna, con Cubeda sul gradino più alto col successo di gara 1, Conticelli al suo fianco ha prevalso in gara 2, entrambi sulle Osella. Ottimo terzo Caruso su Norma. Ottimi Fazzino, Vincenzo Conticelli, Bonforte, Samuele e Giovanni Cassibba.

Roccalumera, 31 maggio 2021. Successo pieno della rappresentativa siciliana in Friuli in occasione della
51^ Verzegnis Sella Chianzutan, prova friulana del Campionato Italiano Velocità Montagna.
Il catanese Domenico Cubeda ha vinto su Osella FA 30 Zytek, grazie al successo di gara 1, solo in parte
recuperato dal pur bravo trapanese Francesco Conticelli che ha primeggiato in gara 2 con una vettura simile e
per soli 9 centesimi di secondo. A chiudere il podio tutto siciliano è stato un ragusano, Franco Caruso a suo
immediato agio con la nuova Norma M20 FC Zytek.
Samuele Cassibba si è portato in testa al Campionato Sportscar Motori moto sull’agile Osella PA 21 Suzuki
da 1000 cc. Convince sempre più il siracusano Luigi Fazzino che ha scommesso sul motore turbo per la sua
Osella PA 21, mentre hanno dato prova d’esperienza i due senior, Vincenzo Conticelli, arrivato a ridosso
della top ten per una noia alla frizione, e il sempre tenace Giovanni Cassibba, entrambi sulle Osella PA 30.
Ulteriore gara tricolore di apprendistato per il giovane ragusano Agostino Bonforte che continua i progressi
sulla Osella PA 21 sempre di categoria sportscar E2SC.
Alla luce di questi prestigiosi risultati Daniele Settimo, Delegato/Fiduciario Aci Sport Sicilia ha
commentato: “I nostri piloti ci hanno offerto una gratificante emozione. Abbiamo visto tutti in diretta un
podio siciliano ai confini con l’Austria nell’ospitale Friuli. Questo è lo spirito di unità trasmesso dallo sport.
Siamo orgogliosi di avere dei piloti tanto talentuosi. Ancora una volta la nostra regione è riferimento per
tutti”

Related posts